FORMAZIONE CON ASSFORM VENETO

  • ASSFORM VENETO

    L’Associazione per la Formazione Professionale dell’Autotrasporto del Veneto, nasce nel gennaio del 1996 per volontà della FAI VENETO - Federazione Aut

CORSO CARICO SICURO

CORSO ADR IMPIEGATI

CORSI CFP ADR

  • CORSO RILASCIO E RINNOVO CFP ADR

    Assform Veneto organizza un corso conforme al D.M. 15/05/1997 e successive modificazioni, propedeutico al conseguimento ed al rinnovo del Certificato di Formazi

CORSO INIZIALE RLS (32 ORE)

Aggiornamento RSPP Titolare

RINNOVO CQC

  • RINNOVO CQC

    Assform Veneto organizza CORSI per il RINNOVO DELLA CARTA DI QUALIFICAZIONE DEL CONDUCENTE Il corso avrà la durata prevista di 35 ORE CON FREQUENZA OBBLI

RINNOVO CQC VENEZIA

  • CORSO RINNOVO CQC VENEZIA

    Assform Veneto organizza un corso per il RINNOVO DELLA CARTA DI QUALIFICAZIONE DEL CONDUCENTEA PARTIRE DA SABATO 25 GENNAIO 2020 A MARGHERA - VENEZIA Il

RINNOVO CQC TREVISO

  • RINNOVO CQC TREVISO

    Assform Veneto organizza un corso per il RINNOVO DELLA CARTA DI QUALIFICAZIONE DEL CONDUCENTEA PARTIRE DA SABATO 21 SETTEMBRE 2019 AD ODERZO - TREVISO I

FORMAZIONE SICUREZZA SPECIFICA

  • Formazione specifica sulla sicurezza

    Assform Veneto organizza CORSI DI FORMAZIONE SPECIFICA SULLA SICUREZZA sia per IMPIEGATI che per AUTISTI e MAGAZZINIERI. Di seguito i collegamenti alle relat

SICUREZZA SPECIFICA IMPIEGATI

  • FORMAZIONE SPECIFICA PER IMPIEGATI

    Assform Venetoorganizza unCorso di Formazione Specifica sulla Sicurezzaindirizzato al personale conmansione di impiegato (dipendenti o neoassunti) delle

SPECIFICA AUTISTI MAGAZZINIERI

PREPOSTO PER LA SICUREZZA

WORK EXPERIENCE / TIROCINIO

  • Work experience / tirocinio in azienda

    Con soddisdazione comunichiamo l'approvazione del Progetto di Work experience, nato in collaborazione con il CFLI (Consorzio Formazione Logistica Intermodale)

CORSO RLS D.LGS 81/08

FORMAZIONE GENERALE SICUREZZA

TEMPI DI GUIDA E RIPOSO

CORSO CRONO AUTISTI

PRIMO SOCCORSO 16 ORE (MEDIO)

AGGIORNAMENTO PRIMO SOCCORSO

CONSULENTE ADR

SISTRI: UNA VERGOGNA!

L'ISTITUTO BILATERALE I.B.R.A.

SOSPENSIONE PER RITIRO PATENTE

PATENTINO O CONSULENTE ADR

RECUPERO PUNTI PATENTE

VITTIME SUL LAVORO E DECESSO

CERTIFICAZIONE DI QUALITA'

FORMAZIONE SICUREZZA

FORMAZIONE PROFESSIONALE

  • Fondo per la FORMAZIONE PROFESSIONALE

    Fondo per la FORMAZIONE PROFESSIONALE Il fondo finanzia, fino ad esaurimento degli stanziamenti annuali, corsi di formazione, in linea con i casi che verranno

BORSA DI STUDIO MASTER/STAGE

LIBRI SCUOLA DELL'OBBLIGO

ASSISTENZA LEGALE

  • FONDO PER CONTRIBUTO ASSISTENZA LEGALE

    Il fondo interviene con sussidi fino ad esaurimento degli stanziamenti annuali ai dipendenti e collaboratori familiari che si trovino in condizione di sostenere

VISITE MEDICHE OBBLIGATORIE

KIT DI SICUREZZA

STESURA DVR-PRIVACY-HACCP ETC

SOSPENSIONE PER ACCERTAMENTI

VISITE SPECIALISTICHE

  • FONDO PER LE VISITE SPECIALISTICHE

    Il fondo eroga sussidi, fino ad esaurimento degli stanziamenti annuali, ai lavoratori dipendenti ed ai collaboratori familiari che sostengono costi relativi all

ASSEGNO NEOMAMME

  • ASSEGNO NATALITA’

    Il fondo eroga sussidi, fino ad esaurimento degli stanziamenti annuali, alle lavoratrici dipendenti, alle collaboratrici familiari ed alle titolari d’impresa

RASSEGNA STAMPA RISERVATA

IL NUOVO SITO DELLA FEDERAZIONE AUTOTRASPORTATORI ITALIANI E' ON LINE

Finalmente on line il nuovo sito della Federazione Autotrasportatori Italiani

www.fai.it

visitare il sito per aggiornamenti, informazioni, condivisioni ed approfondimenti

 

 

 

L'AUGURIO DI INIZIO ANNO DEL PRESIDENTE SATINI

E’ iniziato il 2019...

La nostra società è organizzata secondo un calendario (gregoriano) che detta, per comodità, i tempi della nostra esistenza e del nostro convivere civile.

Più o meno quotidianamente siamo invitati a rispettare scadenze e non dimenticare quelle future.

Infatti il primo giorno dell’anno certifica che il precedente si è chiuso, infatti il primo giorno dell’anno se certifica che inizia un anno nuovo non certifica l’inizio d’una azienda nuova né di un uomo nuovo: caso mai ne certifica l’anzianità.

I nostri bilanci sono annuali, siamo abituati a ragionare in tal senso tanto che ci raccontiamo com’è andato il ’17 ed il ’18 e come spero andrà il ’19, idem per gli investimenti, i progetti ecc.

Nei fatti, invece, ogni giorno procede al precedente ed il 15 dicembre 2018 non è molto diverso dal 15 gennaio 2019 solo perché nel frattempo si è modificato il calendario.

Desidero sottolineare che il nostro scadenziario muta non a causa d’un tempo che trascorre più o meno organizzato bensì al mutare di ben altre situazioni.

Ne viviamo di tutti i tipi e ci provocano i più svariati sentimenti; ci obbligano, queste sì, a riflettere sulla vita personale e dell’azienda e poco hanno a che vedere con i tempi dettati dal calendario.

“Entro il… devo realizzare… vorrei raggiungere… dovrei diventare… il progetto dev’essere concluso…”

Quanta fatica, fatica vera, sia chiaro, ma il nostro presente com’è?

Il nostro presente ha origine dal nostro sentire ed il nostro sentire è spesso condizionato da quanto ci giunge dall’esterno, al punto che diventiamo sordi a noi stessi.

Ma è davvero importante tutto ciò?

Il costo del carburante sale e scende, influisce sul bilancio dell’azienda, il bilancio dell’azienda sul mio umore?

Il costo del personale sale, influisce ecc. ecc.? Però non troviamo autisti e cominciamo a pagarli un po’ di più, anche per altri motivi, e la marginalità aziendale tende a ridursi…

Il Governo ci aiuta con provvedimenti oggettivamente indispensabili ma nel nostro settore si presentano soggetti apparentemente più competitivi… Il nostro bicchiere è sempre mezzo vuoto.

E’ questo il nostro presente? Ed ancora, è davvero importante tutto ciò?

Da anni svolgiamo l’attività di autotrasportatore, da anni abbiamo aggiunto qualche altro servizio, da anni ci sentiamo imprenditori in lotta, da anni desideriamo qualcosa che sembra non arrivare mai.

E tutto ciò, anno dopo anno, quasi che il calendario fosse ininfluente.

Torno necessariamente al presente ed a qual è il sentire che ci conduce ed influenza l’umore.

Ogni giorno in azienda, chiamati a fare scelte, sviluppo un pensiero che guarda al problema con sguardo positivo o negativo.

La cosa più facile è riconoscere le difficoltà, la cosa più facile è intravvedere difficoltà ovunque, la cosa più facile è stancarsi di vedere solo difficoltà.

Mi chiedo se è questo lo sguardo che mi aiuta a vivere il presente, mi chiedo se questa è la realtà, mi chiedo perché è diventata così pesante.

Poi telefono in associazione, qualche volta una luce si accende, il nostro presente è un po’ meno pesante, il nostro bicchiere un po’ meno vuoto, il nostro sguardo un po’ si trasforma, il calendario non si ferma ma diventa un po’ più ricco.

Un momento, ma qual è il presente dell’associazione?

E’ la somma dei “nostri presenti” intesi come associati ed in parte come dipendenti dell’associazione?

Vi confido che non ho una risposta netta, vi confido che è forte il desiderio di uno sguardo positivo anche di fronte alle preoccupazioni che a volte non fanno dormire, perché una cosa l’abbiamo imparata: pensar male è la cosa più facile e non serve a nulla, un sentire che ammorba l’umore e spegne ogni luce.

E’ individuare un pensiero positivo più difficile, a volte complicato, certamente impegnativo, ma è l’unico utile a tutti noi, anche se a volte ci scoccia riconoscerlo perché potrebbe essere un pensiero “scomodo”.

Questo vuole essere il mio augurio per l’anno 2019?

No, questo è il mio augurio extra-calendario, che il pensare positivo ci accompagni nella vita, ogni giorno, non solo nell’ambito del lavoro, l’augurio che la ricerca d’un pensar bene diventi uno stile per non accontentarci di sentirci sconfitti.

Anche quest’anno (ahi, ahi, ahi, ci risiamo con la quota associativa che è annuale…) ci incontreremo per parlare dei nostri argomenti ma non abbiamo in calendario ricorrenze particolari come accadrà il prossimo anno per il rinnovo delle cariche associative.

Continueremo a vigilare, continueremo ad ascoltare, ci impegneremo, per quanto ci sarà possibile, a pensare bene perché a pensare male son già in tanti.

 

 Gianni Satini